No Game No Life – Capitolo 2 /parte 2

 

‘’Ahhh… Che magnifica sensazione….’’

‘’….mhhh…i capelli così scivolosi… fanno solletico…’’

Nell’attesa che la sorella terminasse il suo bagno, il ragazzo decise di fare lui stesso una doccia.

Sora, evidentemente rinfrescato, era in netto contrasto con l’altrettanto  palesemente scontenta Shiro.

Continua a leggere...

No Game No Life – Capitolo 2 /parte 1

 

Sfidante

 

Regno di Elkia, Capitale Elkia – regione occidentale, Distretto 3.

Dopo tutti i ricatti rivolti al locandiere per il pernottamento nella pensione, i fratelli non rimasero neppure una singola notte prima di andarsene, senza dire una parola.

Ad ogni modo, era di già la seconda mattina per i due, attualmente alloggiati presso la dimora di Stephanie Dola.

Continua a leggere...

Gekkou – Capitolo 4 / parte 1

 

Nel Cafè

 

Tutto ad un tratto Tsukimori si presentò al mio banco e disse con un sorriso, caloroso come un raggio di sole che brilla fra le foglie degli alberi, e una voce tanto dolce e gentile da ricordarmi la brezza estiva:

‘’Allora andiamo, Nonomiya-kun?’’

Il tempo sembrò congelarsi dentro la classe. O perlomeno così fece la mia mente.

Continua a leggere...

No Game No Life – Capitolo 1 parte 6

 

‘’He, hehe….e va bene… mi arrendo, non importa, farò tutto ciò che vuoi.’’

Così disse Steph, demoralizzata e singhiozzante, ancora sul pavimento.

Sebbene non fosse costretta da un vincolo vero e proprio, aveva in ogni caso dato segno di non voler controbattere agli eventuali ordini richiesti.

Continua a leggere...

No Game No Life – Capitolo 1 parte 5

 

…………………

…..Ci fu un lungo silenzio.

La prima a rompere il momento d’imbarazzo, quella che era rimasta in silenzio per tutto il tempo, fu Shiro, che aveva osservato il tutto da dietro le quinte.

‘’…..Ehm, fratellone?’’

Continua a leggere...

Gekkou – Capitolo 3

 

Confessione

 

Due giorni più tardi, quando Youko Tsukimori tornò a scuola, persino gli studenti delle altre classi vennero in massa nella nostra aula per lanciarle uno sguardo.

Uno dopo l’altro le porsero le loro condoglianze, mostrando nient’altro che espressioni di pietà.

La voce di Kamogawa si sentiva fin dal circolo di persone formatosi attorno al centro della stanza.

Continua a leggere...