Tsuki ga Michibiku – Capitolo 2

Urlo Liberatorio

Ovunque guardassi, c’erano soltanto terre desolate e colline rocciose.

Continuavo a camminare senza meta in quel panorama desertico.

Uno scenario immutabile, sempre uguale a sé stesso.

Ero arrivato al limite della mia sopportazione; avevo gli occhi traboccanti di lacrime, tanto che non riuscivo a vedere cosa avessi davanti.

Continua a leggere...

Tsuki ga Michibiku – Capitolo 1

Un Nuovo Mondo

Chiedo scusa, avrei dovuto pubblicare tutto ieri, ma ho avuto un malore.

Tra l’altro, questo capitolo segna la fine del prologo e l’inizio della storia vera e propria. Da adesso in poi le cose inizieranno a farsi interessanti. -Darnos


Il mio nome è Makoto Misumi.

Sono uno studente del secondo anno delle superiori e frequento il liceo Nakatsuhara.

Faccio parte del club di tiro con larco, che è poi anche la mia specialità.

I miei voti sono nella media, così come le mie capacità fisiche.

Per quanto riguarda l’aspetto, probabilmente non sono né bello, né brutto.

Continua a leggere...

Tsuki ga Michibiku – Prologo 3

Dea = Scolopendra

“Questa potrebbe benissimo essere una stanza di un hotel extra lusso” (Makoto)

Mi sentivo sopraffatto.

Pensavo che mi sarei ritrovato di nuovo in una stanza galleggiante nel bel mezzo di un cielo stellato, ma invece ero all’interno di un ambiente luccicante, talmente luminoso che mi facevano male gli occhi.

Continua a leggere...

Tsuki ga Michibiku – Prologo 2

Scusate per il ritardo, ma ieri mi sono dimenticato di pubblicare il capitolo di Tsuki m(¬0¬)m – Darnos


Il dono di addio è un segreto

Riassumendo quanto detto da Tsukuyomi-sama, le cose stanno così. Aveva grosso modo chiarito il perché della procedura di trasferimento.

Sembrava che i miei genitori provenissero da un altro mondo. Fin da piccolo mi era stato detto che i nonni erano morti prima che io nascessi e che non avevamo altri parenti, ma… Non avrei mai pensato che la vera ragione fosse questa.

Prima di essere portati qui, quando ancora si trovavano nell’altro mondo, fecero un accordo con la dea che lo governava.  E sembra che sia questo il motivo per cui mi trovo nella situazione attuale.

Ovvero, il prezzo del passaggio in un altro mondo era che “Un giorno vi sarebbe stato portato via qualcosa di importante”.

Che quella tizia sia in realtà un diavolo?!

Continua a leggere...

Tsuki ga Michibiku – Prologo 1

Prologo: l’alba del cielo di autunno

Svegliarsi, preparare la colazione e, nel mentre, prepararsi il bentou.

Terminare l’allenamento mattutino del mio club, finire le lezioni e tornare nuovamente al club.

Dopo aver passato un po’ di tempo con gli amici al club, tornare a casa. Farsi un bagno e cambiarsi.

Sedere a tavola con il resto della famiglia e via dicendo.

Nelle lunghe notti d’autunno, leggere libri, giocare ai videogiochi e dare un’occhiata alla rete.

Dormire.

E questo è quanto facevo.

Continua a leggere...